01

gennaio

Lavori eseguiti male: i responsabili pagheranno.

Dillo ad un amico

In questi giorni sono emersi diversi casi di lavori appena eseguiti e già da rifare nella zona sportiva di Viale Ferrarin: prima le piscine, poi la palestra di ginnastica artistica e ora il pattinodromo.

Ho chiesto all’assessore Nicolai di produrmi entro 24 ore un documento in cui sia evidenziata la situazione dei lavori e in cui siano illustrate allo stesso tempo le singole responsabilità. Dev’essere analizzato il progetto e vanno tenute in considerazione anche le perizie di verifica. La relazione sarà controfirmata dal direttore generale.

Voglio capire chi sono i responsabili, perché non transigo.

Quando il Comune affida dei lavori pubblici chi vince l’appalto ha il dovere di eseguirli a regola  d’arte. In quanto sindaco so bene quanto sia difficile mettere in cantiere opere, visto che il Comune non ha i fondi e lo Stato ci stritola con il patto di stabilità, ma gli interventi vanno eseguiti in ogni caso nel migliore dei modi.

Se ci sono degli errori, la colpa o è del progettista o della ditta che ha svolto l´intervento o addirittura del direttore lavori che ha il compito di vegliare o contestare cose che non vanno. Se qualcuno tra queste tre entità su questi lavori, come su altri, non ha fatto il proprio dovere ne dovrà rispondere. Mi rivolgo quindi non solo a chi svolge un lavoro ma anche a chi deve vegliare ed è pagato per sorvegliare. I lavori vanno fatti bene, perché io mi sento il primo responsabile.

Non so in questo momento se i problemi negli impianti di viale Ferrarin siano gravi o meno ma come Comune non spenderemo un euro. Va ricordato che le ditte che svolgono i lavori hanno un’assicurazione e c’è pure una garanzia di dieci anni. È vero che le gare vengono fatte secondo la migliore offerta economica. Ma non deve importare. Perché qualsiasi vincitore deve mettere materiale di qualità.

Su questo punto le regole sono molto chiare e, come Sindaco, intendo farle rispettare.