Europee, Sabato Zingaretti (PD) in Veneto – Variati: “Congresso finito, serve sforzo unitario per vincere la sfida con la Lega sovranista”

Nicola Zingaretti sarà in Veneto sabato 11 maggio, per una giornata nei territori che lo porterà a Portogruaro (Ve), Ponte San Nicolò, Cadoneghe (PD) e infine Verona (VR). Il segretario nazionale del Partito Democratico, che torna in Veneto per la seconda volta in poche settimane, sarà accompagnato nei vari incontri dal capolista veneto del PD alle Europee Achille Variati.

Per me la presenza di Nicola Zingaretti rappresenta un segnale importante e molto chiaro. Per diversi motivi. Il primo fra tutti è che questo segretario nazionale ha attenzione per tutti i territori e comprende il valore politico strategico del Veneto, una regione chiave per la sfida che ci attende con la Lega di Matteo Salvini e la sua proposta politica sovranista: un’illusione dannosa per l’Italia, ma specialmente per questa terra, legata in modo così indissolubile all’apertura e al rapporto con il resto d’Europa.
Il secondo motivo è che il campo progressista ha di fronte una sfida, che oggi si chiama elezioni europee ma che domani sarà quella per il governo delle regioni e del Paese, che richiede l’impegno compatto di tutte le forze che vogliono costruire una solida alternativa all’attuale maggioranza. In questa sfida il Partito Democratico ha una responsabilità speciale, ovviamente, ma può giocare un ruolo all’altezza del suo compito solo se saprà mettere in campo uno sforzo unitario. Nicola Zingaretti è stato eletto con un consenso netto dal nostro popolo e oggi è il segretario di tutte e tutti noi. La sfida delle prossime elezioni europee è decisiva per il futuro della nostra comunità. Per questo è giunto il momento di andare oltre le divisioni tra le componenti, che tutte assieme possono e devono contribuire all’iniziativa che vede il PD al centro di un campo progressista coeso e competitivo. Il congresso è finito, il cammino per il futuro è iniziato.